In evidenza

La Tanzania dice stop ai sacchetti monouso in plastica

24 Giugno 2019

A partire dal 1° giugno 2019 la Tanzania si è allineata agli altri 13 paesi africani nel divieto di produzione, importazione, fornitura e utilizzo di sacchetti di plastica monouso a prescindere dallo spessore.

L’iniziativa, annunciata dal Primo Ministro Kassim Majaliwa, rientra nelle azioni del Governo indirizzate a promuovere politiche sostenibili per ridurre l’inquinamento ambientale. Nessuna plastic bag potrà più circolare nel Paese ad eccezione dei materiali plastici utilizzati per il confezionamento e l'imballaggio di cibo, farmaci e prodotti provenienti dal settore agricolo.

Secondo un rapporto del Daily News, la Tanzania produceva oltre 56mila tonnellate di sacchetti di plastica e ne consumava più di due miliardi l'anno. Inoltre, il National Enrivonment Mangement Council (NEMC) ha reso noto che nonostante il progresso economico e tecnologico, il Paese è rimasto indietro nel riciclaggio delle materie plastiche con livelli che raggiungono appena l'1%.

La direttiva in vigore nei 14 paesi africani è un primo passo importante verso la riduzione della plastica a livello globale, soprattutto in ambiente marino: secondo uno studio delle Nazioni Unite il 90% della plastica presente negli oceani proviene da dieci fiumi extra-europei, tra cui l’Oyono, al confine tra Camerun e Nigeria

Nuovi Studi

S.A.L.A. srl a Socio Unico
CF e PIVA 02016070365
Iscr. al Registro delle Imprese di Modena N° 02016070365