News Ceramica

Nigeria e Kenia per il social housing

6 Giugno 2019

Nigeria e Kenia sono al centro di importanti progetti residenziali che riguardano il social housing.

Il governo di Nairobi ha siglato un accordo con l’Agenzia delle Nazioni Unite per i servizi e i progetti (UNOPS) per costruire 100.000 unità abitative a basso costo.
L’accordo è stato firmato a New York a margine della 73° Assemblea Generale delle Nazioni Unite e si inserisce nel quadro dell’Iniziativa per l’impatto sociale degli investimenti (S3i) di UNOPS.

Complessivamente il piano del governo keniano prevede la costruzione di 500mila di nuovi alloggi entro il 2022 con un investimento di  circa 13 miliardi di dollari.

Così anche in Nigeria, dove il governo federale della capitale Abuja, ha pianificato investimenti per circa 1,2 miliardi di euro finalizzati a ridurre il deficit abitativo del Paese. Ad annunciarlo Adeyemi Dipeolu, consigliere speciale del presidente Buhari per le questioni economiche, il quale ha specificato che il progetto sarà inserito nel Family Homes Fund (FHFI), fondi che saranno destinati in particolare alla costruzione di alloggi sociali e a basso costo per le fasce più deboli della popolazione nigeriana. Per facilitare la loro realizzazione, il governo sta inoltre valutando l’opportunità di ridurre le imposte doganali sull’importazione dei materiali di costruzione e di introdurre una politica per moderare  gli interessi sulla concessione dei mutui e prestiti per chi acquista casa.

Nel Paese, peraltro, il governatore dello stato di Lagos, Akinwumi Ambode, ha annunciato il progetto per la costruzione di una nuova città nel quadrante nord-occidentale della zona di libero scambio di Lekki. A darne notizia i media locali, precisando che il progetto prevede investimenti per 249 milioni di dollari. Denominata Alaro, la nuova città satellite di Lagos si estenderà su una superficie di 2000 acri e include la costruzione di edifici residenziali e commerciali, uffici, scuole, strutture sanitarie e alberghiere. E’ inoltre prevista la realizzazione di una zona industriale e logistica. I potenziali residenti di Alaro City beneficeranno di 3,2 milioni di mq di edifici con abitazioni per 150.000 persone, mentre le organizzazioni imprenditoriali avranno a disposizione 130.000 mq di spazio commerciale, 225.000 mq di parco tecnologico e 650.000 mq di parchi industriali. La città sarà adiacente al futuro aeroporto internazionale e al più grande porto in acque profonde della regione.  

 

Nuovi Studi

S.A.L.A. srl a Socio Unico
CF e PIVA 02016070365
Iscr. al Registro delle Imprese di Modena N° 02016070365